|

innesto osseo

cos'è un innesto osseo

Durante il normale ciclo di rinnovamento cellulare del corpo, alcune cellule specializzate entrano nel tessuto attraverso l'irrorazione sanguigna e rimuovono le cellule danneggiate, sostituendole con nuove cellule sane.

Con le procedure di innesto viene inserita una struttura di materiale nelle aree con carenza ossea in cui le cellule possano entrare innescando il processo di ricostruzione. Nel tempo, le cellule del corpo rimodellano il materiale dell'innesto integrandolo nel proprio tessuto osseo.


innesto osseo


prima

Sezione trasversale di una mandibola con riduzione di volume in seguito a perdita ossea. Il tessuto osseo non è sufficiente a inserirvi l'impianto.

innesto osseo



durante la rimarginazione

Le cellule del paziente migrano verso il materiale di innesto formando nuovo tessuto osseo. Con il tempo, l'osso ospite si rimodella andando a sostituire l'innesto.

innesto osseo




dopo

La mandibola, così ricostruita, offre ora spazio adeguato all'inserimento dell' impianto per la sostituzione del dente mancante.

da dove proviene il materiale per innesto osseo?

Il materiale per innesto osseo proviene da varie fonti. L'innesto osseo autogeno è un materiale prelevato dal paziente stesso in un altro punto del corpo e trapiantato nel sito desiderato. Si tratta di un buon materiale per l'innesto, poiché contiene le stesse cellule del paziente e non comporta rischi di trasmissione di malattie. I principali aspetti negativi sono rappresentati dalla necessità di un secondo intervento chirurgico e dall'eventualità che non vi sia a una quantità sufficiente di osso prelevabile.

Il tessuto osseo per alloinnesto è un materiale prelevato da un donatore che viene trattato per garantire la sua sicurezza e migliorare le sue proprietà. I vantaggi del tessuto osseo per alloinnesto risiedono nel fatto che è subito disponibile e non necessita interventi su un secondo sito chirurgico. Il tessuto osseo per alloinnesto è stato ben documentato da studi clinici e ha dimostrato eccellenti risultati in termini di sicurezza.


  • Subito disponibile
  • Non richiede un secondo sito chirurgico
  • Efficacia clinicamente dimostrata
  • Sicurezza comprovata